Giocatore del Foggia vittima atto criminale, Lega Pro: "La violenza non ha mai senso e non può attaccare la vita di nessuno"

1' di lettura 03/12/2020 - Giocatore del Foggia Calcio, vittima di un atto criminoso: la vicinanza e il sostegno di Lega Pro

Il Presidente Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha partecipato alla riunione del Comitato dell'Ordine Pubblico presieduta dal Prefetto Raffaele Grassi, con il Questore di Foggia, Paolo Sima e i comandanti provinciali dell'Arma dei Carabinieri e della Finanza di Foggia. La riunione, ha avuto luogo per fare il punto della situazione, a seguito dell'incendio della porta d'ingresso di casa del giocatore del Foggia, da parte di ignoti, mentre era in casa con la propria famiglia nella serata di lunedì 30 novembre 2020.

"La Lega Pro è vicina al giocatore del Foggia, Federico Gentile, e alla sua famiglia. Quello che è successo è contro il calcio e i suoi valori ed in particolare in questo periodo di fragilità dettato dal Covid-19", dichiara Ghirelli, secondo quanto riportato dall'Ansa.

"Ci tengo a ringraziare il Prefetto -continua- questore e tutte le Forze dell'Ordine per l'umanità e per il lavoro che svolgono con un altissimo livello professionale e per la loro tempestiva azione volta ad indagare su un gesto inqualificabile. In quella casa c'era una famiglia e c'erano bambine. La violenza non ha mai senso e non può attaccare la vita di nessuno".

"Mi scuso con le Forze dell'Ordine perché il calcio dà un esempio negativo e vi assicuro che, ogni giorno, lavoriamo affinché il calcio sia segnato da fatti positivi", conclude Ghirelli.


di Hazelnut
redazione@viverepuglia.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2020 alle 22:28 sul giornale del 04 dicembre 2020 - 168 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incendio, casa, bari, lecce, Taranto, foggia, brindisi, calciatore, porta, puglia, foggia calcio, lega pro, articolo, bat, atto criminoso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEzw